Regolamento

La Scuola Primaria Paritaria Divina Provvidenza è una scuola libera, cattolica, ha un Progetto Educativo in cui vengono chiariti i principi ispiratori dell’attività educativa. Si illustrano di seguito le fondamentali norme che ne regolano la convivenza civile.

  • Gli alunni mantengano un comportamento corretto secondo i valori educativi proposti, in particolare per quanto riguarda il rispetto della persona, l’abbigliamento ed il linguaggio.
  • Gli alunni devono trovarsi a scuola almeno cinque minuti prima dell’inizio delle lezioni, forniti di tutto l’occorrente per il lavoro scolastico della giornata.
  • In caso di ritardo all’inizio delle lezioni mattutine, è consentito entrare entro il quarto d’ora successivo al suono della campana di avvio dell’attività scolastica, previa autorizzazione scritta e vidimata dalla Madre Superiora o altra persona da lei incaricata.

Oltre il quarto d’ora di ritardo non è consentito l’accesso in aula, fino al termine della prima ora di lezione, onde evitare disturbi nel regolare svolgimento dell’attività didattica. Gli alunni ritardatari dovranno comunque presentarsi alla Madre Superiora che consegnerà loro l’autorizzazione scritta ad entrare in classe alle ore 9.15.

  1. Gli accompagnatori non devono accedere alle aule, trattenersi nello spazio antistante l’ingresso a scuola mentre gli alunni sono già in fila, né fermare le insegnati prima dell’inizio delle lezioni.
  2. Gli alunni che rientrano a casa per il pranzo non potranno accedere alla scuola prima delle ore 13.30.
  3. La presenza degli alunni è obbligatoria, oltre che alle lezioni, a tutte le altre attività promosse dalla Scuola.
  4. Le assenze vanno giustificate dai genitori per iscritto sul diario scolastico, precisando il numero dei giorni e le motivazioni relativi all’assenza stessa.
  5. Uscite anticipate dalla scuola o entrate posticipate saranno concesse solo su richiesta scritta e motivata da parte dei genitori, entro il numero limite di 10 per ogni anno scolastico. Oltre tale limite le entrate e le uscite fuori orario saranno consentite solo dietro presentazione di certificato medico o altra documentazione scritta.
  6. Le mancanze di ordine disciplinare, l’irregolarità nella frequenza, i ritardi e le assenze ingiustificate, sono passibili di specifiche sanzioni , stabilite a seconda del tipo e della gravità del comportamento scorretto messo in atto.
  7. L’esonero dalle lezioni di educazione motoria viene concesso solo previa richiesta scritta dei genitori e convalidata da un certificato medico accertante la necessità di tale richiesta.
  8. In caso di intolleranze o allergie alimentari, la famiglia informi l’insegnante di classe e presenti, al riguardo, uno specifico certificato medico.
  9. Le comunicazioni inviate alle famiglie devono essere firmate, pertanto si invitano i genitori a controllare quotidianamente il diario scolastico
  10. Gli insegnati ricevono le famiglie in udienza generale (Visitone) in due date stabilite all’inizio dell’anno scolastico e rese note tramite il calendario scolastico esposto in bacheca. Per ogni altra esigenza di colloquio con i docenti, le famiglie sono invitate a richiedere un appuntamento personale, tramite comunicazione sul diario.
  11. L’alunno custodisca con cura ogni oggetto personale e ciò che costituisce il corredo scolastico: la scuola non se nè rende garante, ne può risponderne in caso di smarrimento. Inoltre non è consentito portare a scuola oggetti non attinenti le attività scolastiche (figurine, giocattoli, cellulari, cosmetici,oggetti elettronici)
  12. Ogni alunno cooperi al rispetto e alla conservazione degli ambienti, delle suppellettili e delle attrezzature della scuola. Gli eventuali danni causati dall’incuria e dalla negligenza saranno considerati passibili di sanzioni disciplinari ed addebitabili ai singoli o all’intera classe.
  13. In aula, in refettorio, in palestra e all’aperto gli alunni si attengano al rispetto delle regole disciplinari stabilite dalla scuola
  14. A giudizio dell’insegnante, in conformità con le direttive stabilite dal Collegio Docenti, saranno adottati interventi disciplinari proporzionati alla gravità delle infrazioni al Regolamento commesse. Per i casi più gravi e/o reiterati è prevista la sospensione di uno o più giorni dalle lezioni scolastiche.

 

Share