Progetto Educativo

                                  Sintesi del Piano Triennale dell’Offerta Formativa

Che cosa è il PTOF?

La riforma del sistema nazionale d’istruzione (Legge 13 luglio 2015, n. 107 “Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti“), stabilisce che le istituzioni scolastiche predispongano il PIANO TRIENNALE DELL’OFFERTA FORMATIVA (P.T.O.F.), ed elaborino tale Piano nell’ambito della propria autonomia organizzativa e didattica, in conformità con il Regolamento recante norme in materia di autonomia delle istituzioni scolastiche, ai sensi dell’art. 21 della Legge 15 marzo 1999, n. 59.

Il P.T.O.F. è il documento fondamentale costitutivo dell’identità culturale e progettuale delle istituzioni scolastiche ed esplicita la progettazione educativa ed organizzativa che le scuole adottano nell’ambito della loro autonomia.

Il Piano ha valore triennale e va rivisto annualmente, sempre entro il mese di ottobre.

Il P.T.O.F. è coerente con gli obiettivi generali ed educativi determinati a livello nazionale dalle “Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo d’istruzione” (M.I.U.R., settembre 2012).

Secondo la vigente normativa, il dirigente scolastico definisce gli indirizzi per le attività didattico educative, le scelte di gestione e quelle amministrative. Sulla base dell’Atto di Delibera del dirigente scolastico, il collegio dei docenti elabora il P.T.O.F., che viene successivamente approvato dal Consiglio di Circolo o di Istituto.

Identità della Scuola Primaria Paritaria Istituto Divina Provvidenza

La scuola primaria Istituto Divina Provvidenza è una SCUOLA PARITARIA. La legge definisce “scuole paritarie” (Legge 10 marzo 2000, n.62 “Norme per la parità scolastica e disposizioni sul diritto allo studio e all’istruzione”) le istituzioni scolastiche non statali di ogni ordine e grado, caratterizzate da specifici requisiti di qualità ed efficacia fissati dalla legge medesima.

L’Istituto Divina Provvidenza, in data 1/12/2000, avendone tutti i requisiti, ha ottenuto la parità, che prevede pari dignità ed uguali diritti ed obblighi delle scuole statali.

La scuola Istituto Divina Provvidenza è una scuola primaria paritaria cattolica, unica istituzione scolastica parrocchiale del suo ordine di scuola presente nella Diocesi di Genova.

Fin dalle sue origini, la scuola si avvale della collaborazione delle Suore Dorotee di Vicenza e s’ispira, quindi, al carisma educativo del Santo Giovanni Antonio Farina, loro fondatore.

I principi educativi della scuola derivano direttamente dalla pedagogia del Vangelo e possono essere sintetizzati come segue:

 

La Scuola è in funzione della vita e
dell’impegno civile e cristiano;
essa deve crescere persone
salde nella fede e responsabili,
capaci cioè di giudizio e di scelta.”

G.A. Farina

La nostra Scuola, nell’adempiere il suo compito educativo di ispirazione cristiana, persegue un progetto culturale finalizzato all’educazione integrale della persona, che, peraltro, costituisce l’obiettivo indicato dalle Indicazioni Nazionali.

La scuola come Comunità Educante

Tutto il personale della scuola, insieme agli alunni ed alle loro famiglie, ne costituisce la Comunità Educante e fonda il proprio operato educativo sull’eredità spirituale del Santo G. Antonio Farina che, indicando l’amore quale fonte di ogni sapienza, invitava le Suore Maestre della Congregazione da lui fondata ad agire “Suaviter et Fortiter”, cioè con mite autorevolezza. Tale dettato pedagogico e l’ispirazione ai valori evangelici ad esso sottesa sono fedelmente fatti propri dai docenti laici attualmente impegnati nella comunità scolastica, costituita, nel suo insieme, dalle figure seguenti:

  • Il Gestore e Legale Rappresentante, parroco pro-tempore della parrocchia di S. Bartolomeo della Certosa
  • la Comunità delle Suore Dorotee di Vicenza Figlie dei Sacri Cuori.
  • la Coordinatrice Didattica
  • I Docenti, il cui attuale organico è composto da:
  1. a) 5 maestre prevalenti
  2. b) 4 insegnanti di sostegno

c)1 insegnante di lingua inglese e informatica

  1. d) 1 insegnante di educazione musicale
  2. e) 1 insegnante referente per il progetto di bilinguismo

Nella scuola presta inoltre servizio personale addetto a:

  1. segreteria,
  2. amministrazione,
  3. mensa,sorveglianza
  4. assistenza/ pulizia.

I genitori sono i diretti responsabili dell’educazione e della crescita dei figli e, come tali, sono invitati a conoscere e condividere l’Offerta Formativa della Scuola, collaborando con tutti i componenti della Comunità Educante per promuovere la formazione integrale degli alunni, nel rispetto dell’organizzazione e del Regolamento della scuola;.

Agli alunni si chiede di impegnarsi a prendere coscienza di essere i primi protagonisti del proprio cammino formativo.

L’Offerta Formativa della scuola: obiettivi, modalità, strumenti.

La scuola ha il compito di valorizzare l’alunno come persona e creare le condizioni per garantire a tutti pari opportunità di sviluppo e crescita culturale, accogliendo e valorizzando le diversità di ciascuno. Pertanto, la scuola primaria Divina Provvidenza si propone di favorire nell’alunno:

  • la conoscenza ed il rispetto di sé, degli altri e dell’ambiente
  • lo sviluppo armonico della personalità
  • l’acquisizione di saperi e competenze fondamentali
  • l’acquisizione della capacità di compiere scelte consapevoli e responsabili

Le cinque classi della scuola Divina Provvidenza costituiscono un’unica sezione; ciascuna classe è gestita da un team docente formato dall’insegnante prevalente, che assicura 24 ore di presenza sulle 30 del monte ore curricolare e dalle insegnanti di lingua inglese e di educazione musicale. Completano il team docente l’insegnante di sostegno, laddove questa figura professionale è necessaria e l’insegnante referente del bilinguismo.  La durata dell’anno scolastico è distribuita nel corso di 40 settimane ed attua la ripartizione del monte ore annuo secondo la seguente offerta:

40 ore settimanali su cinque giorni (da lunedì a venerdì), comprendendo anche il tempo dedicato all’accoglienza antecedente l’inizio delle lezioni, alla mensa ed al dopo – mensa, con all’interno 30 ore settimanali di lezione frontale.

Le ore pomeridiane, quindi non costituiscono un’attività di doposcuola, ma sono da considerarsi a tutti gli effetti parte del monte ore obbligatorio delle lezioni.

Le lezioni si svolgono dal lunedì al venerdì in orario antimeridiano dalle ore 8.15 alle 12.30 e pomeridiano dalle 14.00 alle 16.00.

All’interno del monte ore settimanale delle lezioni ed in modo trasversale rispetto all’insegnamento curricolare, è applicato, nella scuola, un

PROGETTO DI INSEGNAMENTO BILINGUE

 

in virtù del quale si intende stabilire un piano di studi che inserisca in modo articolato l’insegnamento della lingua inglese, assumendola come lingua di riferimento. Perché l’apprendimento sia efficace, è importante esporre quanto prima i bambini alla seconda lingua, in quanto, in virtù della loro giovanissima età, risultano più ricettivi e maggiormente in grado di acquisire una fonetica corretta.

Inizialmente viene data priorità alla comprensione della lingua, poi, con il trascorrere del tempo e maturando una maggiore esperienza, alla capacità di esprimersi ed alla correttezza linguistica.

Il bilinguismo non solo favorisce la comunicazione e la capacità di meglio comprendere e rispettare popoli di diverse culture, ma comporta anche diversi altri vantaggi provati da numerosi studi di ricerca nazionali e internazionali. Tali ricerche dimostrano che i bambini che seguono un programma di istruzione bilingue possono acquisire benefici evidenti in termini di sviluppo linguistico, cognitivo, sociale e personale senza alcuna perdita nella propria lingua madre o nell’apprendimento delle discipline di base. E’ statisticamente dimostrato che i bambini che conoscono un’altra lingua possiedono un maggior bagaglio lessicale, sono in grado di acquisire più facilmente e correttamente il concetto di diverso e quindi sono più inclini alla tolleranza e ad una visione del mondo più aperta e libera da pregiudizi.

Il progetto di bilinguismo che la scuola propone, prevede che le lezioni relative ad alcune aree disciplinari curricolari siano condotte in lingua inglese ed in modo conforme alle Indicazioni Nazionali. Tale incarico è assegnato ad un’insegnante altamente qualificata e competente, grazie alla quale la scuola intende offrire un insegnamento bilingue di qualità e di comodo accesso, strutturato nelle modalità descritte di seguito.

 

Destinatari A partire dall’anno scolastico 2014-2015, il progetto interessa direttamente la classe prima, a cui tale risorsa didattica è offerta anche negli anni successivi, fino al completamento dell’intero quinquennio della relativa frequenza della scuola primaria. Con le medesime modalità, a partire dall’anno scolastico successivo a quello di introduzione dell’insegnamento bilingue nella scuola primaria Divina Provvidenza, tutte le prime classi saranno via via coinvolte nel progetto, fino a comprendere, a regime, tutti gli alunni dell’intero ciclo della scuola primaria.
Insegnanti coinvolti e formazione I docenti interessati alla proposta bilingue seguono criteri di insegnamento adeguati al progetto, mantenendo efficace ed attuale la propria formazione linguistica attraverso lo studio individuale e la partecipazione a seminari, corsi nazionali e/o internazionali.
Impegno in termini di tempo L’insegnamento attraverso la lingua inglese prevede circa 12 ore settimanali di lezione, all’interno delle 30 ore settimanali di lezione previste dal Piano dell’Offerta Formativa della scuola.
Sviluppo di alfabetizzazione precoce Si intende introdurre la lettura e la scrittura nella lingua inglese fin dalla classe prima e garantire lo studio bilingue di più aree curricolari, quali matematica (in misura parziale rispetto al monte ore settimanale di tale disciplina), storia, geografia, scienze, I.R.C., informatica, educazione musicale, arte, educazione motoria.
Valutazione degli apprendimenti I bambini saranno sostenuti nel loro percorso educativo e aiutati a individuare i punti di forza e di debolezza attraverso valutazioni formative con lo scopo di migliorare il proprio apprendimento.

 

N.B.: IL PROGETTO DI INSEGNAMENTO BILINGUE DELLA SCUOLA PRIMARIA PARITARIA ISTITUTO DIVINA PROVVIDENZA FUNZIONERA’ A PIENO REGIME, COINVOLGENDO GLI ALUNNI DI TUTTE E CINQUE LE CLASSI, AL TERMINE DEL TRIENNIO 2015-2018.

SI TRATTA DEL PROGETTO DIDATTICO DI MAGGIOR IMPEGNO PER LA SCUOLA, A CUI COMPETE UN PARTICOLARE RILIEVO NEL CONTESTO DEL PRESENTE PIANO TRIENNALE DELL’OFFERTA FORMATIVA.

Offerta Integrativa

La Scuola, oltre l’offerta curriculare, organizza attività di approfondimento e di integrazione rispetto all’insegnamento delle varie discipline, quali:

  • laboratori e spettacoli teatrali;
  • iniziative di promozione della consuetudine alla lettura;
  • attività ludico-sportive, aventi una precisa valenza educativa;
  • uscite per conoscenza dei beni culturali, storici, archeologici del territorio.

A tali iniziative, si aggiungono alcune attività extracurricolari, quali:

PARTECIPAZIONE A MANIFESTAZIONI SPORTIVE – La scuola partecipa al Torneo Ravano, con la formazione di squadre di alunni per diverse discipline sportive (calcio, pallavolo). L’iniziativa rappresenta un momento di aggregazione per le scuole primarie di Genova e dintorni.

VIAGGI D’ISTRUZIONE ED USCITE DIDATTICHE – Nella nostra scuola le uscite didattiche, pur nella diversità delle varie proposte secondo la classe cui sono riferite, hanno come denominatore comune quello di proporre ai bambini un’esperienza diretta relativa, soprattutto, ai contenuti didattici curriculari.  Le più consuete mete per le uscite didattiche sono: l’Acquario di Genova e la Città dei bambini e dei ragazzi, musei cittadini e fattorie didattiche situate nei dintorni di Genova.

RAPPRESENTAZIONI E FESTE – Le rappresentazioni si svolgono in occasione della Festa dei Nonni, del Santo Natale e della Festa di Fine Anno Scolastico. Esse promuovono nei bambini una maggior consapevolezza dei tempi liturgici ed incrementano la capacità di ciascuno ad esprimersi attraverso il corpo, la voce, il movimento.

Continuità con la Scuola dell’infanzia “San Bartolomeo Apostolo”

La continuità fra la scuola dell’infanzia annessa alla scuola Divina Provvidenza e la medesima istituzione scolastica è un obiettivo importante perché sottolinea ancora una volta la centralità della persona e quindi del bambino, nelle fasi della sua crescita. Pertanto, le docenti dell due scuole progettano un comune percorso formativo che coinvolge gli alunni del terzo anno della scuola dell’infanzia e quelli del quinto anno della scuola Primaria, mirato a favorire il passaggio da un ordine di scuola all’altro.

Lo stesso obiettivo viene perseguito dai docenti dell’ultimo anno della scuola primaria, aderendo ai progetti proposti dalle scuole secondarie di I grado, statali e paritarie, del territorio.

Collaborazione con l’Oratorio Parrocchiale Don Minetti

La scuola offre la possibilità di prolungare l’orario di custodia e cura degli alunni, in collaborazione con l’Oratorio parrocchiale Don Minetti, che propone un servizio sia di doposcuola, sia di svago, per tutti i bambini che hanno la necessità di posticipare l’uscita da scuola, a causa degli impegni lavorativi dei genitori.

Il Progetto Formativo Annuale

La scuola Istituto Divina Provvidenza formula ogni anno un proprio Progetto Formativo che costituisce un quadro di riferimento per l’educazione ispirata ai valori umani e cristiani degli alunni.

Si tratta di una caratteristica della scuola che individua ogni anno un tema valoriale da proporre a bambini, insegnanti e genitori, per armonizzare la crescita della persona.

 Calendario Scolastico

Il calendario scolastico della scuola è conforme alle direttive disposte in merito dall’Ufficio Scolastico Regionale ed è definito con modalità scelte dal Collegio docenti e deliberate in sede di Consiglio di Circolo, in conformità con la legge sull’autonomia scolastica.

 Gestione Collegiale della Scuola

Lo stile di collegialità e di effettiva ed efficace condivisione della responsabilità educativa motivano e sostengono l’esistenza dei seguenti organismi collegiali:

Consiglio di Amministrazione

E’ eletto dal Vescovo ed è presieduto dal Gestore e parroco pro-tempore della parrocchia di S.Bartolomeo della Certosa. Ne fanno parte altresì la Madre Superiora delle Suore Dorotee di Vicenza e la Coordinatrice Didattica, le quali coadiuvano il gestore nel servizio educativo, scolastico e formativo offerto della Scuola Primaria Paritaria Divina Provvidenza. E’ inoltre composto dalla segretaria della scuola e da altri cinque membri, aventi specifiche competenze in ambito amministrativo, contabile, legale, edile e tecnico. Il Consiglio di amministrazione dispone in ordine all’impiego dei mezzi finanziari per quanto concerne le esigenze di utilizzo, manutenzione ed eventuale ristrutturazione dei locali della scuola. Inoltre collabora con il Consiglio di Circolo in merito alle esigenze economiche relative ai servizi complementari rispetto alla formazione, offerti dalla scuola.

Consiglio di Circolo

Il Consiglio di Circolo esercita le sue funzioni sulla Scuola Primaria Paritaria Istituto Divina Provvidenza e sulla Scuola dell’Infanzia San Bartolomeo Apostolo.

E’ il principale organo collegiale ed in quanto tale esercita le funzioni di indirizzo politico-amministrativo, definendo gli obiettivi e i programmi da attuare e verificando la rispondenza dei risultati dell’attività amministrativa e della gestione agli indirizzi impartiti.

Il Consiglio di Circolo è composto da:

Componenti di diritto (il gestore e rappresentante legale, la coordinatrice didattica della Scuola Primaria e della Scuola dell’Infanzia)

Componenti elettivi, in rappresentanza dei genitori degli alunni e del personale docente e non docente della scuola.

 

Collegio Docenti

È il punto visibile dell’unitarietà e della corresponsabilità educativa e didattica della scuola. E’ composto dal personale insegnante in servizio nella scuola, ed è presieduto dalla Coordinatrice Didattica.

Cura la programmazione dell’azione educativa, favorisce il coordinamento interdisciplinare, valuta periodicamente l’andamento complessivo dell’azione educativa e didattica.

Consiglio di Interclasse

Il Consiglio è formato dai docenti, dalla Coordinatrice Didattica e dai genitori rappresentanti di classe.

Ha il compito di agevolare ed estendere i rapporti reciproci tra docenti, genitori ed alunni.

 

Assemblea di classe

È composta dai docenti e dai genitori, con lo scopo di confrontarsi, nel rispetto degli specifici ruoli e competenze, sulle esigenze didattico – educative della classe.

Essa elegge entro il primo mese di scuola un rappresentante di classe che mantiene i contatti con la Direzione e con gli altri organi collegiali

Rapporto Scuola-Famiglia

Nella scuola primaria il rapporto con la famiglia assume un ruolo fondamentale per l’incidenza che tale riferimento implica nell’educazione del bambino

Presso la scuola Istituto Divina Provvidenza, la comunicazione con le famiglie degli alunni si attua secondo diverse modalità:

  1. a) colloqui personali nel corso dell’anno scolastico, sono previsti due colloqui generali tra genitori e insegnanti. E’ comunque possibile, da parte delle famiglie, ottenere un incontro privato con i docenti, in qualunque momento dell’anno, previa richiesta scritta di un appuntamento;
  2. b) assemblee di classe e di interclasse Le assemblee di classe e di interclasse mirano alla presentazione e alla verifica delle attività.

 

 

Il testo integrale del Piano Triennale dell’Offerta Formativa (PTOF) è esposto nella bacheca ed è consultabile presso la Segreteria della scuola.

Share